Cittadini senior

Banner 1 000073827325 MediumAi giorni d’oggi nei paesi sviluppati si vive sempre più a lungo: nel 1970 l’aspettativa di vita in questi paesi era circa di 70 anni, mentre durante gli anni 2000 l’aspettativa di vita è cresciuta a quasi 74,4 anni per gli uomini e 81,1 per le donne. Questa tendenza ci si aspetta che continui a crescere nel prossimo futuro. Il sorprendente aumento dell’aspettativa di vita è stato accompagnato in questi stessi paesi da una netta diminuzione del tasso di nascita. L’effetto combinato di questi due fattori significa che l’Indice di Dipendenza (numero di persone attive per persone pensionate) cala da 4 a 2. Ciò che ne consegue è che non ci saranno abbastanza “mani” ad occuparsi delle persone anziane se non accettiamo che la società giunga ad un punto morto, perchè ogni persona giovane che lascia la scuola o l’università si inscrive nell’assistenza per gli anziani. L’unica soluzione in vista è estendere la capacità di assistenza delle persone che si occupano della cura degli anziani utilizzando Tecnologie di Informazione e Comunicazione (ICT) su una scala completamente diversa rispetto a quella che abbiamo visto finora.

HIM SA è entrata nell’arena dell’ICT per l’assistenza degli anziani (nota anche come Ambient Assisted Living o AAL, telecare e telehealth) nei primi anni del 2000. A quel tempo HIM SA era ancora una giovane compagnia con una buona esperienza nella gestione dei progetti europei e una riconosciuta conoscenza del business della salute in numerosi paesi europei ma non ancora focalizzata abbastanza nell’ottica del suo Team di Gestione.

In collaborazione con HIS di Monaco, HIM SA ha sviluppato la più avanzata piattaforma AAL attualmente presente nel mercato ed è diventato un centro rinomato di competenza in AAL.

A partire dal 2006, HIM SA ha gestito numerosi progetti europei e commerciali nell’area dell’Ambient Assisted Living, che rientra nell’ambito dell’eInclusion e dell’eHealth, ognuno dei quali è finalizzato a migliorare la qualità di vita degli utenti finali – anziani e malati cronici, che sono spesso sinonimi – e la sostenibilità economica dell’assistenza agli anziani, senza rinunciare alla qualità e alle eguali condizioni di accesso.

Tags: Cittadini senior, Salute, ICT, Telemedicina

StampaEmail